Attentato alla Musica 2016 (ottobre – dicembre 2016) riepilogo di tre mesi di eventi

BalestrieriTorinoQuando a fine estate 2016 abbiamo deciso di rimettere il moto la nuova edizione di “Attentato Alla Musica” (la sesta), non ci saremo immaginati i positivi risultati che abbiamo poi raccolto lungo il percorso. Un evento itinerante che ha riunito protagonisti provenienti da tutta Italia e un forte interessamento che ci onora.
“Attentato” in questi novanta giorni di attività è stato ospitato: dal Mc’Ryan’s Music Festival di Moncalieri/To (grazie a Frankie Converso), dalla trasmissione televisiva Rock in Town su For Music TV (grazie Gigi Morello), dal torinese Salotto di Mao (grazie Dani Trebbi) e da Radio Flash (grazie Mauro Mao Gurlino I). Ha collaborato a far nascere il salernitano Fall Festival (grazie Max Maffia). Ha contribuito a organizzare la terza edizione di “Essere Indipendenti al Sud”. Ha dato voce, in campo musicale, alla Mod band The Five Faces, alle Officine Aurora, a Calfa Pietro & Consorzio Musicisti Riuniti, ai Viola Zann, ai MaaK, a Gerardo Balestrieri, a Luca Onyricon Giglio; ai contributi poetici e letterari di Nadia Sponzilli, Giancarlo Pavanello, Gianni Milano, Bruno Rullo, Enrico Mario Lazzarin, Vincenzo Reda, Daniele Chiarella, Mauro Cavagliato. Ha ospitato il musicista indiano Kamod Raj e le interpretazioni di Rosanna Galleggiante. Si è trovato amichevolmente vicino alle associazioni Mumble Rumble (Salerno), CortoCorto (Torino), Periferia Letteraria (Torino/Milano), Due Fiumi (Settimo Torinese/To), ad AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta, a Slam Italia, alle edizioni “Dado tutto bianco” (Milano). Ha trovato rifugio per il reading “Camion” nello studio di registrazione torinese Minirec di Max Rivolta, alla Cavallerizza Reale sempre di Torino (grazie al Collettivo e a Beppe Grumbi) e in occasione del party di chiusura presso la neonata libreria-caffè Nora Books & Coffee (grazie a Denise & Vincenzo) nel cuore del subalpino Quadrilatero.
Tre mesi molto caldi, dedicati alla cultura non omologata in tutte le sue forme, con la direzione artistica di Giulio Tedeschi e la collaborazione di Toast Records, la decana delle label underground italiane. Ringraziamento doveroso a coloro che ci hanno appoggiato & supportato.

Comments are closed.

Post Navigation