Author Archives: Admin

“POESIA in mp3″ ad “Androgenia al potere” di Paolo Alessi

La prima edizione di “POESIA in mp3″ (meeting virtuale di poesia contemporanea italiana inedita a cura di Giulio Tedeschi) indetta da Toast Records con il patrocinio di AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta, non ha raccolto l’interesse sperato. Poche le adesioni pervenute, con una qualità media decisamente bassa.

Si ritiene che l’impostazione richiesta dal contest (testo poetico, o ritenuto tale, interpretato dall’autore o da altro soggetto, con possibile accompagnamento sonoro) non sia, ancora, una proposta appetibile a molti di coloro che in Italia scrivono (o ritengono di scrivere) poesia.

L’obiettivo era quello di selezionare le dieci migliori proposte e pubblicarle in formato cd-audio. Purtroppo, considerato il materiale pervenuto, non è stato possibile ottenere il risultato desiderato.

La prima edizione di “POESIA in mp3″, quindi, si conclude con una segnazione speciale ed unica. Si tratta di ”Androgenia al potere” di Paolo Alessi. Ambientazione sonora a cura di Flora Intestinale. Interpretazione del testo: Sabrina Napoleone.

* Paolo Alessi: autore, compositore, musicista. Ha militato in questi ultimi anni in svariati progetti sonori.

* Flora Intestinale: duo sperimentale composto da Paolo Alessi  (chitarre, effettistica, autore e compositore) e Alessandro Adesso (sovraincisioni ambientali e mixaggi). I componenti di Flora Intestinale e l’interprete del testo, vivono ed operano a Genova.

* Sabrina Napoleone: cantautrice e curatrice eventi culturali.

1379581_10201763185635646_963719250_n

Un ATTENTATO ALLA MUSICA creativamente devastante !

Proclama

Proclama

Vi siete mai fatti un giro al Lapsus Music Club? Nel centro di Torino, a quattro passi dal Museo Egizio. Una labirintica caverna, a suo modo affascinante, dove la disco e il rock corrono in parallelo.

Sabato 26 ottobre il locale, co-diretto da Matteo Tresso, è stato scenario accogliente di “Attentanto alla Musica”, il festival itinerante ideato da Giulio Tedeschi e curato da AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta, con la collaborazione di tutta una serie di altre realtà associative ed imprenditoriali di area piemontese.

Lo show inizia alle 21,30 spaccate. Non un minuto in più, come da programma. Aprono con i loro ritmi super danzerecci i giovani e coloratissimi Sica. Fossero nati in UK sarebbero in cima alle classifiche.Vengono poi sostituiti sul palco dai Subà. Italrock sviluppato e presentato con estrema convinzione. La band, seguita da una schiera di fans caldissimi, dimostra la bravura di sempre. Poi l’elettro pop dei Proclama, devastanti come sempre. Grande chiusura con Gli Assist. Sono le 23,15 la sala pullula di fanatici cultori del sixties sound. Cosimo “Cox” Malorgio è caldo quanto basta. Quasi un’ora di concerto, con un finalaccio da rock film. Grandi.

Gli Assist, Proclama, Subà, Sica: quattro band che orbitano in varie maniere intorno alla Toast Records, la label nata nell’85 e tutt’ora attivissima su vari fronti creativi.

Giulio Tedeschi dichiara che “Attentato” rispunterà in qualche altro punto della città e in altri luoghi esotici della penisola. Aspettiamo con fiato sospeso.

Alle 24,18 tutto è finito. Ma per il Lapsus non c’è tregua. Le porte travasano una porzione di gioventù pronta a passare la nottata insieme a tre dj piazzati ad arte. In mezzo alla sala, due ragazze ruotano a mezz’aria al ritmo dei Depeche Mode. Un Fellini postmoderno protegge questa cerimonia laica, mentre la birra Ceres schiuma veloce.

L’alba è lontana. Selene Crescente, con la sua fedele macchina fotografica, gira l’angolo. Torino continua a vivere e con lei i nostri sogni. Rovinosamente colorati.

ATTENTATO ALLA MUSICA 2013: Feltrinelli/To + Lapsus/To

toastgiulio

ATTENTATO ALLA MUSICA Festival
sabato 26 ottobre 2013
Via Principe Amedeo 8/a, Torino
dalle h. 21,30 alle h.24,30
Ingresso libero (Arci/MSP)

Anticipazione alla Feltrinelli Express di Torino (Stazione Porta Nuova) giovedì 24 novembre
ingresso libero

Torna per il terzo anno consecutivo il festival itinerante ATTENTATO ALLA MUSICA, meeting di musica indipendente ed emergente a cura di AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta, gemellato con Wanted Primo Maggio e diretto da Giulio Tedeschi.

Anticipazione alla Feltrinelli Express (Porta Nuova/To) il 24 ottobre dalle ore 18.30 in occasione di “360 Gradi di Musica Indipendente” con presentazione del Festival e premiazione di “Macchina da Scrivere”, il riconoscimento nato per segnalare i documenti, i libri, le ricerche dedicate alla musica popolare contemporanea italiana.

Chiusura con lo show-case reggae di LULU che presenterà il suo recente singolo prodotto da Toast Records.

Tra i presenti, Renato Marengo (Demo di Radio1 Rai), Max Stefani (direttore di Outsiders Mag e vice direttore di Suono), Giulio Tedeschi (AudioCoop, Toast Records).Il 26 ottobre, dalle ore 21.30 alle ore 24.30 al Lapsus di Torino, spazio musica con il new beat degli ASSIST, l’elettro rock dei PROCLAMA, il pop dei SUBà e la disco rock dei SICA, vincitori di Wanted Primo Maggio 2013. Entrata libera.

L’evento su Facebook:

https://www.facebook.com/events/573418552717975/

LEF “Doppelganger” il cd/album dei LEF su Toast Records

DOPPELGANGER, nella tradizione del nord Europa, “copia di se stesso o sosia”. Il concetto, ripreso ed approfondito dalla psicoanalisi (in particolare, dall’assistente di Freud, l’austriaco Otto Rank) è diventato una sorta di teoria del doppio e di certi disturbi narcisistici della personalità, abbastanza comuni nel campo artistico.

DOPPELGANGER è anche ispirazione e titolo del cd dei LEF, pubblicato da Toast Records ad inizio 2013.

La band campana, molto indipendente, con estremo equilibrio è sulla scena da ormai venti anni e DOPPELGANGER, molto maturo come sonorità è un concept composto da sette brani, con la sorprendente aggiunta di “You Really Got Me”, grande song di Ray Davies interpretata a suo tempo dai mitici Kinks e in questo caso rivista con diamantino spirito wave. Brano diffuso come singolo nel dicembre del 2012, sempre da Toast Records, in preparazione dell’album.

L’album, provinato ai Luma Studio di Salerno e registrato al Monochrome Sounds and Vision di Eboli (Sa), ha goduto di un mastering effettuato al Reference Studio di Roma da Fabrizio de Carolis, brillante tecnico che divide la sua attività tra la capitale e Berlino.

DOPPELGANGER è stato lanciato da un lungo tour iniziato a fine 2012 ed ancora in pieno svolgimento.

LEF “Doppelganger” (Toast Records, 2013): nei negozi indipendenti, nei punti vendita alernativi, prima durante e dopo i lve della band, o direttamente a Toast Records, richiedendolo ad order.toast@email.it

DOPPELGANGER TOUR 2013/2014
30/12/2012 – Puglietta di Campagna (SA) – Bar Jolly
05/01/2013 – Agropoli (Sa) – Bar Riviera
11/01/2013 – Vitulazio (CE) – Mr Rolly’s
25/01/2013 – Angri (SA) – Onda Sonora
01/02/2013 – Torre Annunziata (NA) – Nonsolocaffè
07/02/2013 – Battipaglia (SA) – Ego Risto-Cafè
23/02/2013 – Sarno (SA) – Key Drum
02/03/2013 – Salerno – Mumble Rumble
10/03/2013 – Sava (TA) – L’Antica Corte
22/03/2013 – Roma – Contestaccio
31/03/2013 – Napoli – Goodfellas
05/04/2013 – Bracigliano (Sa) – Tu Fuego
27/04/2013 – Policoro (MT) – Absolute Cafè
17/05/2013 – Palermo – Borderline
18/05/2013 – Valguarnera (En) – Music Lab
19/05/2013 – Catania – Latte +
24/05/2013 – Eboli (SA) – Rifrullo
01/08/2013 – Eboli (SA) – Italia Lounge Bar
30/08/2013 – Eboli (SA) – Forum music experience – Arena Sant’Antonio
02/11/2013 – Nocera Inferiore (SA) – Tribù
18/10/2013 – Vitulazio (CE) – Mr Rolly’s
13/12/2013 – Marche – TBC
14/12/2013 – Ascoli Piceno – Fuga Music Room
15/12/2013 – Roma – Contestaccio
11/01/2014 – Policoro (MT) – Absolute Cafè

1385985_10201387138474702_1734051695_n

“Wild Thing” di Max Stefani vince il Premio MACCHINA DA SCRIVERE 2013

wildthing

Max STEFANI

Il Premio MACCHINA DA SCRIVERE nasce per segnalare i libri, i documenti, le ricerche dedicate alla musica popolare contemporanea italiana.

Ideazione: Giulio Tedeschi. Organizzazione a cura della decana delle label indipendente italiane, la torinese Toast Records. Giuria: Toast Records Staff.

MACCHINA DA SCRIVERE 2013 è stato riconosciuto a “Wild Thing” di Max Stefani (GE Gruppo Editoriale, Roma 2012, pag. 320, euro 45,00).

Segnalazione speciale per il saggio “Alla periferia dell’Impero, le vicende del pop-rock a Piacenza (1962/2012)” di Giovanni Battista Menzani, pubblicato nel n.21-22 del giugno 2012 (da pag.206 a pag.224) della rivista Città In Controluce(Casa Editrice Vicolo del Pavone, Piacenza).

La motivazione per “Wild Thing”:

“Libro unico nel panorama musicale italiano di sempre. Una biografia che si dipana tra le mille avventure donchisciottesche della scena rock italiana dagli albori (o quasi) ad oggi.

Ricordi personali, testimonianze sul campo, frammenti testuali & fotografici carpiti in ogni luogo e cuciti insieme da un uomo (l’autore) che nonostante tutto dimostra di crederci con feroce, incosciente, lucida determinazione”.

La motivazione per “Alla periferia dell’Impero, le vicende del pop-rock a Piacenza (1962/2012)”:

“Per aver fatto luce sulle tante, importanti, vicende creative di una scena musicale urbana, nel tempo, non adeguatamente valorizzata”

Max Stefani: ex direttore del Mucchio Selvaggio, attuale direttore di Outsider Mag e vice direttore di Suono.

Giovanni Battista Menzani, architetto, direttore creativo di Codex10. Autore, tra l’altro, di “Basilea, la tradizione del moderno” (Marsilio, 2002), “Madrid la nuova capitale” (Maggioli, 2008).

La premiazione sarà effettuata durante “360 Gradi di Musica Indipendente” di giovedì 24 ottobre presso la Feltrinelli Express di Torino (Stazione Porta Nuova) alle ore 18,30.

L’opera vincitrice, “Wild Thing” è stata individuata esaminando le varie pubblicazioni (edite in Italia tra il 2009 e il 2013) che hanno avuto come tema centrale la scena musicale nazionale e la sua evoluzione.

I volumi finalisti sono stati (in ordine di uscita):

“Percorsi musicali indipendenti” di Edo Rossi 
(Chinaski Edizioni, Genova 2009)

“I ragazzi della via Stendhal” di Pietruccio Montalbetti
(Aereostella, Milano 2010)

“Eighties Colours” di Roberto Calabrò
(Coniglio Editore, Roma 2010)

“Lucio Battisti: la vera storia dell’intervista esclusiva”
di Renato Marengo (Coniglio Editore, Roma 2010)

“Wild Thing” di Max Stefani
(GE Gruppo Editoriale, Roma 2012)

“Olràit! Mao sogna Celentano e gliele canta” di Mao
(Arcana Edizioni, Roma 2013)

MACCHINA DA SCRIVERE nasce per segnalare e premiare i libri, i documenti, le ricerche dedicate alla musica popolare contemporanea.

Ideazione: Giulio Tedeschi. Organizzazione a cura della decana delle label indipendente italiane, la torinese Toast Records.

Max Stefani: giornalista, saggista, ex direttore Il Mucchio Selvaggio, attualmente direttore di Outsider Mag e vice direttore di Suono.

wildthing2

PREMIO TOAST 2013 tredicesima edizione

premiotoast

“Un’occasione importante per farsi ascoltare da chi da sempre preferisce dedicare il proprio tempo ai suoni meno convenzionali e commerciali” (Federico GENTA, Indieweb 15.09.08, La Stampa.it).

Ideato nell’autunno del 2001 da Giulio Tedeschi e promosso dalla Toast Records e Toast Edizioni, con il significativo appoggio del M.E.I, il PREMIO TOAST è dedicato a tutti i musicisti, gruppi e progetti che si esprimono attraverso la pura espressione strumentale, senza limiti di genere (pop, rock, ambient, jazz, classica, wave, sperimentale, ethno, lougue, musica sacra, industriale, folk, colonne sonore).

Inviare richiesta di partecipazione e richiesta info a: premio.toast@email.it

Verranno esaminati materiali sonori editi nel 2013 o inediti. Solo proposte strumentali. Si accettano possibili presenze di rumori o vocalizzi, non parti cantate.

Vincitori dell’edizione 2012: JORDAAN “per l’atavico magnetismo che laproposta musicale riesce a mettere in moto” e in particolare al brano “Synskin” tratto dal minicd “Sanctity is a way to Armagedon” (CD autoprodotto);supporto digitale condiviso con gli Ash Of Nubia.Segnalazione speciale ai FLEURS DU MAL, autoridel brano “Swinging Boat” (che titola l’omonimocd-album/Blond Records) “per la capacità di vivere intensamente il ritmo”.

Vincitori dell’edizione 2011: MAMBO MELON (EdisonBox) “per l’estrema originalità della proposta, che non scade mai nello sterile radicalismo sonoro”.

Vincitori dell’edizione 2010: MAGNETIC SOUND MACHINE “Changes & Accidents” (Cd Album, Lizard Records) “per l’evidente dote di comunicare musicalmente attraverso svariati e non facili piani sonori”. Vincitori dell’edizione 2009: Walter MAROCCHI Mala Hierba “Impollinazioni” (Cd Album, Ultra Sound Records/Milano) “Per la rara capacità di trasmettere musica senza confini” PREMIATI dal 2008 al 2001: ’08 TRENI ALL’ALBA (cd/album, Smartz/L’Amico ImmaginarioAudioglobe) ’07 THRANGH “Erzefilisch” (cd album Altipiani/Goodfellas, 2007). Menzione speciale per il cd/album “Musiche per archi e cuore” (Dire, Fare, Suonare, 2006) degli ARCOR (fuori concorso per essere stato prodotto nel dicembre 2006). ’06 FONDERIA “Re>>enter” (Cd album, Vynil Magic-BTF/2006) e segnalazione speciale al Cd album “In Volo” (Osella & Partners/ 2005) dei SURSUMCORDA (fuori concorso per essere stato prodotto nel dicembre 2005) ’05 VERTICAL “Vertical” (Cd album, edizione privata/2005) ’04 SLIVOVITZ “2004″ (Demo, autoprodotto/2004) ’03 Roberto AGLIERI “Fabularium” (Cd album, Aglius/2003) e segnalazione speciale a “Gramsci Bar” (Cd album, Nun/2003) e al suo ideatore, il compianto Valerio PERETTI CUCCHI. ’02 STEREOKIMONO “Primosfera” (Cd album, edizione privata/2002, ristampato da Immaginifica/2004 con produzione di Franz di Cioccio) ’01 riconosciuto a: FLAM&Co “Ondanuova” (Cd album, edizione privata/2001, ristampato da Carosello/2003).

“POESIA in mp3″ meeting virtuale di poesia contemporanea

logo_toast1.jpg
“POESIA in mp3″, meeting virtuale di poesia contemporanea italiana inedita a cura di Giulio Tedeschi, con il patrocinio di AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta.

Le 10 (dieci) migliori proposte selezionate saranno pubblicate su supporto digitale edito dalla label indie torinese Toast Records.

Qui di seguito il bando d’accesso.

1) “POESIA in mp3″ 2013: concorso di poesia a cui è possibile partecipare in forma gratuita inviando una poesia inedita letta dall’autore (o da voce di sua fiducia) non superiore ai 3 minuti. Il testo, in formato mp3 dovrà essere inviato alla casella elettronica order.toast@email.it

2) l’email inviata con il testo inedito allegato dovrà riportare nell’oggetto “POESIA IN mp3″ 2013 e contenere i seguenti dati: nome, cognome, indirizzo fisico e virtuale, numero telefonico mobile e se si ritiene, un breve curriculum + fotografia. A questi dati si dovranno aggiungere il titolo della poesia inedita presentata (se esistente) e il nome e cognome della “voce” registrata. Si richiede anche una dichiarazione in cui si autorizza la segreteria del Premio a caricare (a sua discrezione) la scheggia poetica sul profilo Facebook della Toast Records (o profili adiacenti).

3) la lettura del testo potrà avere come accompagnamento in sotofondo, improvvisazioni sonore, rumori naturali e/o artificiali, loop industriali. Non verranno accettati eventuali testi con brani editi o inediti come colonna sonora.

3) il bando, diffuso dallo 01.09.13 avrà come scadenza il 15.10.13. Quindi gli invii dovranno cessare alle 24,00 di quella data.

4) la segreteria del Premio (segreteria telefonica al numero 011/4342588) avrà tempo un mese per comunicare pubblicamente i dieci testi selezionati che andranno a formare un supporto digitale audio (fuori commercio e a tiratura limitata) intitolato “POESIA in mp3 2013″ curato da Toast Records www.toastit.com

5) la segreteria del Premio chiarisce che se non saranno individuati dieci testi ritenuti validi, non verrà edito il cd citato al punto 4 ma solo rivelati pubblicamente gli Autori selezionati, accompagnando i nominativi con possibile motivazione critica al testo proposto.

“Poesia in mp3″ copyright Giulio Tedeschi 2013

LANTERNE ROCK: una nuova voce nel circuito dei Festival

Festival vecchi, nuovi e nuovissimi: la scena italiana continua ad essere in movimento, a dispetto della crisi finanziaria e della scarsità di idee.
Mentre a Torino si consuma il decano TRAFFIC, con il buon Manuel Agnelli che declama, sulle pagine del quotidiano LA STAMPA (venerdì 30) di musica & poesia (finalmente ci è arrivato anche lui), a Vische, simpatica località alle porte di Torino, si accendono le luci di LANTERNE ROCK, festival musicale al debutto, carico di ottime collaborazioni, di buone intenzioni, di belle idee.
Il programma, che si sviluppa nel week-end 31 agosto e primo settembre è pieno di piacevoli sorprese creative.
Sabato, sul palco di piazza San Bartolomeo si esibiranno SUBà, ASSIST, PROCLAMA e DIVINA. Il giorno dopo, PEANUTS 78, CLOSURE, YAVANNA.
I sette progetti saranno “padrini” morali degli Artisti in concorso. Si, perchè il Festival, come in un gioco di scatole cinesi, propone le finali del Premio Nazionale per la Canzone d’Autore che ha selezionato in tutta Italia ben 8 proposte – La Stanza di Greta (To), Marta Moretti (Ge), Emanuele de Francesco (Mi), Fabrizio Longobardi (To), Kid in Peace (To), Malascena (Bo), Pino Cariati (Cs), Max Merli (To) – che si esibiranno nel tardo pomeriggio di sabato 31.
Ospiti del Concorso: AKIRA, WICKED ESPECTATION, Giovanni MORELLI.
LANTERNE ROCK Festival, oltre agli appoggi istituzionali del caso è supportato da un cartello di realtà nazionali e locali: in primis la TOAST RECORDS, che regala all’evento la presenza di SUBà, ASSIST, PROCLAMA; AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta, generosamente in prima fila in queste occasioni; la neonata label indipendente TAM-TAM; lo storico music-shop torinese QUEEN MUSIC e una serie di sponsor, tutti importantissimi per l’architettura finanziaria dell’evento.
Per i curiosi, che sicuramente affolleranno le vie di Vischè, ricordiamo che durante il fine settimana sarà presente una mostra mercato del commercio e dell’artigianato locale e per i golosi, che non mancano mai, vari stands enogastromici curati dai Maestri del Gusto di Torino e Provincia.Per i fans della cultura non convenzionale, come già scritto, ore e ore di buona musica emergente ed indipendente.

pieg2_3

Sabrina NAPOLEONE, poesia, impegno, musica

napoleone

Sabrina NAPOLEONE, cantautrice genovese attiva da metà anni novanta. Reduce dall’uscita, per Toast Records, del singolo “è Primavera”, brano molto intenso dedicato ai moti rivoluzionari che da alcuni anni “bruciano” l’area sud del mediterraneo, in queste settimane è impegnata a chiudere in studio “La parte migliore”, album prodotto con la collaborazione di Giulio Gaietto, suo produttore artistico.

Oltre all’attività svolta in prima persona, Sabrina si è spesso impegnata nell’organizzazione di eventi a carattere artistico-culturale. Dal 1999 si occupata assieme al regista Gianluca Valentini della promozione e organizzazione degli spettacoli della compagnia teatrale Personae. Dal 2004 al 2009 apre e gestisce due librerie per cui cui cura anche presentazioni di libri, spettacoli e concerti.

Durante la stagione teatrale 2009-2010 organizza e promuove con il sostegno del Teatro della Tosse di Genova la rassegna di musica d’autrice “Quello Che Le Donne Ci Dicono” occupandosi della creazione e divulgazione dei comunicati stampa e delle interviste radiofoniche.

Nel 2011 fonda assieme a colleghi e colleghe musicisti e cantautori, Lilith Associazione Culturale con cui porta avanti numerosi progetti cultural/musicali, con lo scopo di valorizzare la nuova scena autoriale ligure ed è componente della Carovana dei Festival.

Presente, quest’anno nel cartellone del torinese Wanted Primo Maggio a cui non partecipa per improvvisi problemi organizzativi, apre la performance genovese di Cristina DONA’ il 7 giugno, durante Lilith Festival; è tra le protagiste del Festival delle Periferie/Ge, il 16 giugno; partecipa in solo alla rassegna torinese “360 gradi di Musica Indipendente” venerdì 12 luglio, presentanto il progetto multimediale “DolceAmara”; si esibisce durante CASTELROCK FESTIVAL, il meeting indipendente a Finale Ligure (Sv), nella serata del 3 agosto.

Ma non finisce qui: il 10 agosto performance pressoil Club Vela di Pegli/Ge, il 16 agosto dal vivo ad IndieISponente (Cervo Ligure/Im) e martedì 20 a Celle Ligure, con tutto il clan del Lilith Festival, durante la notte bianca locale.

CASTELROCK FESTIVAL 2013: un bel viaggio nel cuore della musica indipendente

castel-6

CASTELROCK FESTIVAL 2013:un bel viaggio nel cuore della musica indipendente

4 agosto 2013 alle ore 17.34

Troppo bella per essere vera. La fortezza di Castelfranco a Finale Marina Ligure (Sv) è stata la suggestiva cornice di CASTELROCK FESTIVAL, definito molto correttamente il principale evento indipendente di questa strana estate 2013.

Venerdì 2 agosto: giornata caldissima appena mitigata da una leggera brezza marina. Partenza alle 20,00 con musica acustica come aperitivo.

Nella vasta cripta dal soffitto a botte utilizzata allo scopo, ecco JESS, ex batterista e promettente cantautrice. Presenta alcuni brani dal suo recente repertorio, con bella voce e sorriso solare.

Di seguito, il cantautore genovese Mauro Pinzone: mezza età dichiarata da lui e dai suoi tratti facciali. Gesti da zio eccentrico. Piedi nudi e occhiali calcati sul naso per leggere i testi che dichiara (con snobbistica sincerità) di non ricordare. Le parole che diventeranno canto sono abbandonate su una sedia, scarabocchiate a mano su fogli bianchi. Sarebbe facile utilizzare un leggio, ma nel magico mondo dell’Artista l’oggetto non è stato ancora concepito.

Dopo questo stuzzicante intro l’attenzione si concentra sul palco principale piazzato ad arte lungo l’orizzonte terrazzato che si slancia in modo erotico verso il mare.

Rompono il ghiaccio, come ricorda Roberto GROSSI (con Giulio TEDESCHI, direttore artistico dell’evento), i locali FUSI ORARI: quasi tutti ex giovani con una lontana gioventù “bruciacchiata” alle spalle (che ricordano con simpatiche e cameratesche allusioni). Sono uno dei gruppi di casa e vengono accolti con molto calore dai presenti che aumentano sempre di più, con l’inesorabile passar dei minuti.

Si continua con i piacentini ZEBRA FINK, reduci dalla pubblicazione del cd/album “L’era del porno amatoriale”. Presi bene dal loro intrigante rock made in Italy, consumano in pochissimo una manciata di brani.

L’onore del palco passa al neo-prog band TEMPIO DELLE CLESSIDRE. Risultano immediatamente antipatici e poco collaborativi. Perdono decine di minuti preziosi sul palco a sistemarsi adeguatamente. Si guardano intorno con aria vissuta e non mancano di ricordare che avranno modo di fare un live in terra francese. Come succede spesso in questi casi, molto fumo a camuffare un vuoto creativo imbarazzante.

Fortunatamente, dopo tre lunghi brani accolti con simpatia dalla platea, si cambia. Arrivano i PROCLAMA. “Da Torino, ma non siamo i Subsonica” con questa battuta Giorgio GIARDINA presenta la sua band, lanciando un set sonoro molto contemporaneo.

Di seguito, gli AnimArma, power trio modenese che scarica una valanga di suoni sugli astanti. Peccato che Michele Mik FORGIONE ogni tanto tenda ad esagerare con le distorsioni, producendo una cascata elettrica che sovrasta basso e batteria. Comunque molto spettacolo sopra e davanti al palco, visto che il simpatico Mik a un certo punto inizia, non accontentandosi dello spazio prefissato, a passeggiare in platea con piedi ballerini, abbarbicato al suo rosso strumento.

Ma non è ancora finita. Corre voce che sia mezzanotte o giù di lì. Sarebbe bello, a questo punto, descrivere una luna piena sul mare. Ma così non è, visto che il nostro satellite è all’ultimo quarto.

Arrivano gli ospiti speciali ASSIST, torinesi, che senza tanti complimenti presentano un live ritagliato nella migliore tradizione del rock di strada. Una performance che rimette in gioco i brani tratti dal loro recente album prodotto da Irma Records. Ruvidi ed eleganti allo stesso tempo. Con un cantante protagonista e una band che gira a mille.

E’ tardi. Gli ultimi appassionati (solo quelli sono rimasti) attendono l’arrivo dei savonesi BLACK ELEPHANT, oscuri come il loro nome. Sarà un finale epico dalle parti delle 02,00.

3 agosto: l’atmosfera non cambia. Rilassamento generale e folla da sabato sera. Nello spazio acustico, Cristina NICOLETTA, Valentina AMANDOLESE e Andrea FACCO. Performance singole e jam tra Valentina e Cristina e ancora tra Cristina e Andrea.

Sul palco elettrico, CASE DI VETRO, i genovesi BELZER, seguiti da WITHOUT, BERMUDAS, Sabrina NAPOLEONE, i piacentini MISFATTO e i milanesi CAYNE, ospiti speciali della serata.

Da segnalare i WITHOUT con il loro stoner rock strumentale. Presentano un brano intitolato e dedicato a CASTELROCK.

I BERMUDAS, punkabilly super energetici e molto divertenti. Fanno ballare la platea.

I MISFATTO, veterani della scena underground italiana. Bravi, con la bella voce di Melody CASTELLARI.

Onore ai CAYNE: professionali e ottimi strumentisti. Cuore e passione zero, ma non è possibile pretendere anche l’anima.

Una nota per Sabrina NAPOLEONE, emergente cantautrice genovese, reduce dal singolo prodotto da Toast Records “è Primavera”. Molto impegnata a rimirare il suo ego musicale, tende a sfuggire al confronto con i comuni mortali.

Location sold-out dalle parti delle 23,00 quando vengono presentati sul palco i Festival della Carovana e il dj delle due serate, Ivano TORATROLO.

Birra DUB (dura & pura o nuda & cruda?). La sala circolare in cima alla fortezza è buia e silenziosa. Un bel posto per meditare o per nascondersi e seguire (non visti) l’evento.

Le luci si spengono e i tecnici si danno appuntamento per domenica mattina, quando i “villeggianti”, usciti dal sonno, riempiranno le spiagge e il lungomare di Finale. Sono le due e trenta del mattino del 4 agosto.

Non tutto è stato perfetto, anzi, alcuni momenti che hanno preceduto l’evento hanno avuto la loro carica di naturale isterismo. Ma la scommessa è quella di sempre. Esserci, crescere e sorprendere. Come dovrebbe essere sempre, nell’arte e nella vita.

CASTELROCK FESTIVAL 2013, organizzato da Carovana dei Festival con la collaborazione di Toast Records e l’appoggio di AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta e AudioCoop Liguria.

Direzione artistica: Giulio TEDESCHI & Roberto GROSSI.

Area acustica, a cura di Lilith Festival.