Un CAMION di Poesia durante un umido mattino torinese

Non è consueto per un nutrito gruppo di veterani dell’underground italiano trovarsi di fronte ad una platea di giovanissimi, con la missione quasi impossibile di parlar di Poesia.
Qualcosa di simile è avvenuto nella mattina decisamente piovosa di giovedì 15 marzo 2018 presso l’austera Aula Magna dell’Istituto torinese Cairoli, durante la presentazione di CAMION, l’audio-rivista prodotta da Toast Records nota anche come La Voce della Poesia.
Presenti Bruno Rullo (Camion & Slam Italia), Enrico Mario Lazzarin (Camion & Associazione Culturale Due Fiumi), Vincenzo Reda, Giancarlo Pavanello (Camion & Dado Tutto Bianco) e i più giovani Salvatore Sblando (Periferia Letteraria), Luca Onyricon Giglio (Camion & Onyricon) e Nadia Sponzilli (unica rappresentante femminile dell’agguerrito gruppo di Poeti, Camion & Atelier della Luce).
Con loro, Giulio Tedeschi (Toast Records), ideatore del progetto CAMION, che ha fatto sgocciolare poche parole di cortesia ad inizio incontro.
Appuntamento, dicevamo, molto partecipato dai giovani presenti che hanno dato il loro favore, in particolare, a Bruno Rullo e a Nadia Sponzilli che hanno avuto la capacità di affrontare la platea con uno spirito tra il didattico e il teatrale, rendendo la materia trattata qualcosa di caldo & coinvolgente.
Il reading (perchè in fondo di reading si è trattato) è stato preceduto da una introduzione della professoressa Rosanna Scialdone e terminato dalla collega Angela Sanson che prima di chiudere ha dato il via a un dibattito, risultato molto interessante, tra studenti ed Autori.

Comments are closed.

Post Navigation