Category Archives: News

Musica d’Autore al Biella Festival 2017

Francesca.Romana.Fabris
E’ sempre piacevole ritrovarsi, una volta all’anno, a Biella in occasione del Festival della Canzone d’Autore per seguire con la consueta curiosità Artisti & Autori provenienti da tutta Italia dopo attenta selezione curata da Giorgio Pezzana, co-fondatore della manifestazione e da sempre direttore artistico dell’evento.
Le performance musicali (12 in questa edizione) si sono tenute sabato 14 ottobre nel raccolto Jazz Club locale, ospitato a Palazzo Ferrero, nella zona alta della città.
La serata si è aperta con il brano del giovane Massimo Baupain, a cui sono seguiti Valentina Cesti, Adolfo Durante, Francesca Romana Fabris, Claudio Ferrigato, Claudia Cantisani, Naim Abid, Luigi Romagnoli detto Relè, Sonia Schiavone, Nicolò Sergio, Massimo Bertinieri noto come Stona, concludendosi poi con l’apparizione dall’incedere esoterico del combo torinese Caffè Kafka, capitanato da Roberto Aversa.
Vincitore della pacifica contesa, con “Belladonna”, l’alessandrino Massimo Bertinieri accompagnato per l’occasione da un grintoso manipolo di musicisti, seguito dalla romana Francesca Fabris con la solare e latineggiante “Onda di mare”. Da segnalare il lombardo Adolfo Durante che ha interpretato con risvolti teatrali “Non sono più forte” e lo sbarazzino sessantenne romano Luigi Romagnoli con “La notte a passo di danza” che coinvolto dalla magia del palco ha intrecciato durante l’esibizione alcuni improvvisati passi di ballo con la Fabris. Maglia nera della serata il veneto Martino Beaupain (dalle lontane origini belghe) che con la fumosa “Il cantautorato è morto” ha tentato, maldestramente, di lanciare un messaggio di “ottimismo” catacombale al mondo della musica.
La serata si è chiusa con un intervento sanguigno di Pezzana che ha poi invitato i presenti a prepararsi alla prossima edizione, la ventesima. Tra i giurati, Giulio Tedeschi, label manager di Toast Records.
Nella foto: Francesca Romana Fabris

Inedita convention di Autori a Torino tra poesia, musica & comunicazione

Io
In corso Casale nel tardo pomeriggio di sabato 7 ottobre, ai piedi della collina torinese, ospitati nella spartana aula di una ex scuola, si è tenuto l’ultimo incontro collegato all’evento internazionale noto come “100 mila Poeti per il Cambiamento” (100 Thousand Poets for Change) iniziativa di successo esistente dal 2011, che quest’anno nella capitale subalpina si è sviluppata in più momenti. Merito di un pool di realtà di varia natura (Toast Records, Slam Italia, Periferia Letteraria, Associazione Culturale Due Fiumi) che ha supportato una idea nata da Giulio Tedeschi (Toast Records) e Bruno Rullo (Slam Italia).
L’appuntamento ha riunito uno slam tradizionale (con la partecipazione di sette Autori, Alfredo Rienzi, Marta Alesina, Silvano Capussotti, Helen Esther Nevola, Valeria Bianchi Mian, Fabio Bosco, Paride Rama), un open mic pieno zeppo di interventi (anche musicali) e una chiusura “de fuego”, con un dibattito, in alcuni casi decisamente sofferto, intorno alla Poesia e ai suoi infiniti significati che ha compreso accenni al movimento “100 TPC” di Michael Rothenberg e Terri Carrion e all’esperienza tutta italiana del “Realismo Terminale” di Guido Oldani. Un programma estremamente sfaccettato che ha coinvolto i partecipanti oltre ogni più rosea aspettativa.
Non sono mancati aliti polemici e interventi sanguigni che hanno arricchito in modo inaspettato l’incontro che poteva benissimo scivolare nella monotonia, sempre in agguato in questi casi.
Una veloce introduzione di Rullo e Tedeschi ha preceduto lo slam che ha prodotto un vincitore (perchè di “gara” poetica si tratta) nella persona di Paride Rama che si è qualificato così per la finale nazionale di Slam Italia 2018. Il giovane Autore ha declamato con impermeabile freddezza tutta una serie di visioni gemellando con una certa disinvoltura incubi interiori e quotidianità. Bruno Rullo e Salvatore Sblando (Periferia Letteraria) hanno pilotato con destrezza questo delicato passaggio. Di seguito, il cantautore Giacomo Aime (invitato da Toast Records) ha regalato due suoi brani che ha musicato in acustico. E in chiusura l’immancabile open mic che ha visto la partecipazioni senza tensioni emotive di quasi tutti i presenti, a cui si sono aggiunte due dirette telefoniche, da Ruvo di Puglia con Luana Lamparelli e da Pordenone con Paolo Polvani direttore di “Versante Ripido”. Da segnalare, in questa fase, la presenza anomala ma intrigante del duo Mauro Cavagliato e Rosanna Galleggiante).
Chiusura con fuochi d’artificio dedicata al dibattito sulla Poesia (altra idea dei sempre verdi Tedeschi & Rullo) che ha fatto sfoderare taglienti e affilati denti a molti dei presenti.
Alla fine i conti sono tornati e hanno dimostrato ancora una volta la notevole vitalità della scena underground declinata a ritmo di Poesia.

100mila Poeti per il Cambiamento, evento finale per l’area torinese, sabato 7 settembre

CorsoCasale

100mila Poeti per il cambiamento (100 Thousand Poets for Change, o 100 TPC) è un progetto internazionale ideato dai poeti Michael Rothenberg e Terri Carrion, che si svolge a fine settembre di ogni anno in tutto il mondo, con letture di poesia, musica, letteratura, performances, installazioni, proiezioni video e altre espressioni artistiche, nello spirito di un incontro globale per riaffermare i valori comuni per la pace, la sostenibilità, la giustizia, la solidarietà. Toast Records e Slam Italia hanno aderito all’iniziativa con l’organizzazione di alcuni eventi nell’area torinese, che si inquadrano anche nel contesto del Festival itinerante “Attentato Alla Musica” e del Campionato Italiano di Poetry Slam di Slam Italia, con la collaborazione di Periferia Letteraria, Associazione Culturale DUE FIUMI e AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta

- Venerdì 29 settembre 2017 dalle ore 18,00. Presentazione del libro “La Musica è (In)finita”di Mauro Cavagliato, presso la libreria OUT di Torino, in Via Barbaroux 8. Introduce Giulio Tedeschi, letture di Rosanna Galleggiante, alla chitarra Mauro Cavagliato.
- Sabato 30 settembre 2017 dalle ore 16,00 a Volpiano (TO) “Poesia in cascina” Poetry Slam, presso Cascina Prono, Località Cascina Prono 23/C il vincitore si qualificherà per la finale di giugno 2018 del campionato nazionale di SLAM ITALIA. MCs Marino Tarizzo e Enrico Mario Lazzarin.
- Sabato 30 settembre 2017 dalle ore 16,00, Reading, performances e installazioni, alla “Room” di Carla Bertola e Alberto Vitacchio.
- Sabato 7 ottobre 2017 dalle ore 18,00 a TORINO, in Corso Casale 212. Poetry Slam riservato a 8 poeti. il vincitore si qualificherà per la finale di giugno 2018 del campionato nazionale di SLAM ITALIA
MCs Bruno Rullo e Salvatore Sblando + Interscambio e confronto su “la poesia oggi”, con tutti i presenti, coordinato dai poeti Giulio Tedeschi e Bruno Rullo + Open Mic aperto a tutti i poeti presenti.
Gli Autori in gara per il Poetry Slam di Sabato 7 ottobre 2017 dalle ore 18,00 a TORINO, in Corso Casale 212 saranno Marino Tarizzo, Alfredo Rienzi, Marta Alesina, Silvano Capussotti, Helen Esther Nevola, Valeria Bianchi Mian, Fabio Bosco, Paride Rama. Possibile intervento di Giacomo Aime e di Mauro Cavagliato con due brevi interventi musicali.

29 settembre a Torino per 100 mila Poeti per il cambiamento con “La Musica è (In)finita”

Zauber 100mila Poeti per il cambiamento (100 Thousand Poets for Change, o 100TPC): movimento internazionale indirizzato in modo particolare verso la poesia, la musica, e la letteratura. Ideato da Michael Rothenberg e Terri Carrion nel marzo 2011 , nell’arco degli anni è diventato un evento mondiale che viene celebrato ogni settembre.
Il 29 Toast Records è lieta di presentare a Torino (dalle ore 18,00) il volume “La Musica è (In)finita” di Mauro Cavagliato (50 anni di musica e di vita ricordati con leggerezza e un pizzico di nostalgia) presso la libreria indipendente AUT di Via Barbaroux 8. Sarà presente l’Autore, che accompagnerà alla chitarra la lettura di Rosanna Galleggiante di alcuni passaggi del libro. Introdurrà l’incontro Giulio Tedeschi (Toast Records).
L’evento, primo di una serie di altre situazioni collegate a “100mila Poeti per il cambiamento” è appoggiato dall’audio-rivista “Camion”, da AudioCoop Piemonte e Valle d’Aosta e dal Festival itinerante “Attentato Alla Musica”.

AnimArma ad Imola per Attentato alla Musica 2017

Forgione
La settima edizione del Festival itinerante della Toast Records “Attentato Alla Musica” dopo il via romano il 2 settembre e il passaggio a Spotorno (Sv) il 9 settembre non riprende fiato e sabato 16 riappare ad Imola in occasione del live degli AnimaArma presso la nuova sede dell’associazione QuintoVeda.
La band modenese è una nostra vecchia conoscenza. Nati come B.M.W. vengono scoperti nel settembre del 2012 da Giulio Tedeschi durante le finali del Contest Rocktonda. E’ un amore a prima vista, o meglio, un colpo di fulmine rock.
In breve tempo firmano un contratto con Toast Records con cui pubblicano il singolo “Big Bang”. A seguire, una serie di live e partecipazioni televisive tra cui la strategica comparsata a Rock TV e uno show-case al Millennium Club di Bologna.
Cambiano anche denominazione e il power trio, correndo veloce inizia la collaborazione con la Fenix Records che mette in macchina il loro debutto video diretto da Giuseppe Galassini.
Nel 2013 AnimArma viene invitata a Wanted Primo Maggio ad Hiroshima Mon Amour a Torino (ci ritorneranno qualche anno dopo per l’edizione 2016), mentre Virgin Radio inserisce in rotazione il loro “Big Bang”.
Dopo una lunga serie di live la band inizia la lavorazione di un album, ma una travagliata e difficile gestazione partorisce solo un Ep che anticipa il divorzio con la Fenix Records.
Forti di una creatività decisamente esplosiva i problemi non rallentano la loro presenza sui palchi di tutta Italia. Ed è a questo punto che inizia una nuova avventura con Aka Records che progetta una nuova uscita discografica intitolata “Horus”, disponibile da fine autunno 2017. L’attesa pubblicazione viene anticipata da un nuovo video clip tratto dal brano “Nell’Ade”.
E per non negarsi nulla i nostri amici riescono a suonare il 1 luglio a Modena nell’area del Parco Ferrari, prima del mitico concertone del Vasco nazionale.
Ma la musica non si ferma neanche dopo questo ottimo risultato e lo show di Imola il 16 settembre sarà l’ennesima occasione per apprezzare il loro sound travolgente.
Attualmente gli AnimArma sono: Benna (basso e cori), Miky (voce, chitarra e pianoforte), Danno (batteria, campionamenti e cori).

I Karmablue per “Attentato Alla Musica 2017″ a Roma il 2 settembre

Karma
Quest’anno “Attentato Alla Musica”, noto Festival itinerante ideato da Toast Records, compie sette anni e prende il via per la prima volta da Roma.
L’occasione è di quelle imperdibili: un gemellaggio tra la rassegna nazionale e un progetto sonoro ormai storico, i Karmablue, guidati dell’infaticabile e multiforme musicista romano Giacomo Caruso.
Le origini creative di Caruso affondano nel cuore degli anni ottanta, inizialmente con gli Still Life con cui pubblica “Desert City” (Cave Canem Records) per poi evolversi nei novanta ed esplodere all’alba degli anni zero con i Karmablue.
Ad inizio 2002, con la collaborazione strategica del produttore artistico Giacomo De Caterini la band debutta con “Erratico Estatico”, album che entra a far parte del catalogo della decana delle label underground italiane, la torinese Toast Records.
Nel 2006 il bis con “Acquadanze” (Atman), album che viene presentato con successo a Faenza durante il Meeting delle etichette indipendenti di quell’anno.
Ora i Karmablue, arricchiti da una vena prog ormai evidente, si preparano alla pubblicazione di un nuovo album dal significativo titolo di “Né apparenze né comete”
Ed è in questo delicato momento astrale che Toast Records ritrova Karmablue, in coincidenza della serata inaugurale di “Attentato Alla Musica” il 2 settembre presso la libreria “Il Mangiaparole” di di Via Manlio Capitolino 7/9: è stata una buona occasione per sentire dal vivo Vera Perkins (voce solista e voce recitante), Giacomo Caruso (chitarre, chitarra synth, loops, cori), Flavio Marini (chitarre “storte”, effetti), Simone (Là-Bas) Colaiacomo (basso e pianoforte), Paolo (Drum) Marini (batteria, percussioni, seconda voce).

“Madras e Dintorni”: poesia & musica da Toast Records

Amici

I reading privati non sono consueti. Per questo quello che si è svolto nel pomeriggio del 10 agosto a Torino aveva in se un piacevole sapore di novità.

“Madras e dintorni” è nato da una felice idea di Carla Celsa (Toast Records) e ha visto riunito, in modo strettamente privato, un gruppo di personaggi legati in qualche modo da vincoli di collaborazione, amicizia e visioni comuni. Insieme all’ideatrice dell’evento si sono ritrovati anche Nadia Sponzilli, Bruno Rullo, Giancarlo Pavanello, Giulio Tedeschi, Enrico Mario Lazzarin e Giacomo Aime.

Durante l’appuntamento, che si è snodato in parallelo ad un piccolo rinfresco, si è discusso e letto. Un reading che ha riunito in se parole e progetti da mettere in atto nel prossimo futuro.

L’evento si è aperto con l’intervento di Giancarlo Pavanello, che ha citato alcuni passaggi del suo lavoro giovanile “I fanciulli decaduti” (Rebellato, Padova, 1975). Di seguito, Nadia Sponzilli, che ha contribuito con alcuni frammenti tratti da “Prima bagno le piante” (Edizioni IsoleAsole, Torino, 2016) e Brullo Rullo, che ha letto per la prima volta pubblicamente alcuni testi inediti che potrebbero andare a comporre la sua prossima raccolta. Poi è arrivato il momento della musica con Giacomo Aime, reduce da un tour molto on the road in Germania, che imbracciando un per lui inedito ukulele ha presentato due delicatissime ballate tra cui una filastrocca incentrata sui mesi dell’anno, dedicata per l’occasione a Giulio Tedeschi che in quella data festeggiava il suo sessantacinquesimo anno. Ha continuato Enrico Mario Lazzarin che ha ricordato uno dei sui testi tratti dalla serie intitolata “Così è”, al momento edita sulla rete.

Mentre il cielo si oscurava (il reading si è svolto all’aperto), Giancarlo Pavanello, prima di salutare gli astanti e dirigersi verso Milano ha fatto il bis, citando brani della sua opera teatrale “Thomas Chatterton”.

L’incontro si è concluso alle 21,15 con l’intervento di Giulio Tedeschi che ai bordi di una tempesta che in modo decisamente spettacolare ha sigillato tra tuoni e lampi l’incontro, ha letto, alla tenue luce di un lampione, tre poesie ricavate da “Madras Ice Cream” (Il Mio Libro/Tedeschi, Roma, 2017).

Nadia Sponzilli (Atelier della Luce), Bruno Rullo (Slam Italia), Giancarlo Pavanello (dado tutto bianco), Giulio Tedeschi (AudioCoop Piemonte) ed Enrico Mario Lazzarin (Associazione Due Fiumi) contribuiscono al progetto “Camion”, la voce della Poesia.

OFFICINE AURORA: due nuovi singoli per Toast Records

OfficineUn trio sonico, si sarebbe definito a suo tempo. Tre musicisti che da molto attraversano con feroce convinzione i lidi dell’underground italiano. Nati a fine anni novanta da varie esperienze sonore post-adolescenziali, hanno incrociato Toast Records all’alba degli anni zero. Con stupore degli stessi protagonisti il sodalizio ha retto sino ad oggi e in queste settimane per l’ennesima volta, un nuovo progetto ai blocchi di partenza. Due singoli, “Anna in pianosequenza” e “Cobalto”: crudi, in bianco & nero, prodotti per l’occasione da Massimiliano Casacci (noto ai più come Max) negli studi Andromeda di Torino, per Toast Records, chiaro…

Musica & Poesia per un matrimonio r’n'r

RulloSegreto Lo cantava Fabrizio De Andrè in “Marcia Nuziale”, nel lontano 1967, parlando di matrimoni “visti di ogni tipo, di gente d’ogni sorta”. Quello del 29 luglio a Quincinetto (To) è stato un matrimonio travolgente che ha superato confini e barriere. Tra Daniele, grafico & musicista e Ivana, insegnante. Un matrimonio a suo modo r’n'r, con la partecipazione di amici e parenti, come da tradizione. Ma con una forte presenza di musicisti & poeti che hanno trasformato la festa pomeridiana in un happening creativo senza frontiere di gusti e stili. Tartine, spumante, vini piemontesi miscelati con blues, psychedelia & poesia. Un nettare intrigante che dalle 17,00 si è spinto sino a superare la mezzanotte. Tra i partecipanti: il padrone di casa, Daniele (degli “Off Beat”) in impeccabile camicia bianca, nascosto dietro l’inseparabile batteria; il chitarrista Denis Dumi, impassibile, con il suo eterno cappello da cow-boy calcato in testa; Fabio Jolana degli “Off Beat” alle tastiere, reduce dalla recente uscita del suo album “Swamping “beat” Jolana”; Luigi “Gigi” Barberis dei “Desperados”; Francesco Florio a suo tempo componente essenziale della band pop-beat dei “Rogers”; il duo neo-folk “La Forma delle Nuvole”; Bruno Rullo poeta & coordinatore di “Slam Italia”; la poetessa Nadia Sponzilli. Tra i presenti anche Giulio Tedeschi di AudioCoop Piemonte, Carla Celsa di Toast Records, il batterista tipografo Bruno Albanese e molti altri ancora. Titolo dell’evento (supportato dall’audio-rivista di poesia “Camion” e dalla Toast Records): “Secret Meeting For Arts”.

Toast Records incontra Radio Spazio Ivrea

RadioIvrea
Toast Records, nella persona di Giulio Tedeschi, ad Ivrea, martedì 27 giugno, per salutare il Miscela Rock Festival e per essere intervistato ai microfoni di Radio Spazio Ivrea durante la trasmissione Parlapa’ condotta da Diego Manconi & Gianluca Sberla Marino. Colonna sonora dell’intervista: Who, Statuto, The Five Faces, Madness, The Special e molti altri. Tra gli argomenti trattati, la scena indipendente italiana, Wanted Primo Maggio e AudioCoop Piemonte. Si sono ripetutamente ricordati episodi strategici consumati durante la lunga attività di Toast Records e si sono buttate le basi per possibili collaborazioni future.