Tag Archives: Giulio Tedeschi

Quella che segue è un ricordo / testimonianza dedicato a Toast Records, scritto da Paolo Enrico Archetti Maestri degli YoYo Mundi in occasione dei 30 anni di attività della nostra label (2015). Vogliamo riproporlo a distanza di qualche anno per la sua forte carica emozionale.

Paolo Enrico Archetti Maestri

“Esistono meravigliosi meccanismi costruiti grazie al pensiero, alla genialità, al coraggio, alla sfrontatezza e alla leggerezza degli anni. Esistono meravigliosi intrecci di occhi, orecchie, bocche, mani e di cuori (a pezzi, anche cuori spezzati, sì). Esistono meravigliosi incastri di suoni, rumori, giocattoli, voci, strumenti, echi. Esistono e resistono meravigliosi incontri di storie, idee, persone, sogni, desiderio, fantasie, segreti. E quando questo insieme colorato di meccanismi, intrecci, incastri e incontri, incagliatosi nella barbarie del tempo che dimentica, riemerge improvvisamente dalla memoria e, dopo 30 anni mal contati, ritorna a chiamarci per nome. Io e gli Yo Yo Mundi siamo orgogliosi e contenti di aver contribuito a profumare Toast Records.

Roberto Guietti

Mercoledì 17 novembre, dagli studi della torinese Radio Reporter si è svolto l’ennesimo evento organizzato da Toast Records, per questa occasione intitolato “Ultimo tango a Reporter”. Dalle 21,00 alle 23,00 la situazione è stata condotta da Luigi Antinucci in regia e da Giulio Tedeschi per Toast. Tre interviste intervallate da flash musicali praticamente tutti tratti da “Radio Pirata” (Toast Records). Ha rotto il ghiaccio Roberto Guietti, direttore artistico del Blues Festival di Beinasco (To) che ha dialogato con Giulio Tedeschi. Durante il confronto sono passati tre brani di Luigi Tempera (tra cui la mitica “Up and Down”) e una song degli aostani Nantha Blues. Dopo “Giungla Nord” dei Subsonica è intervenuto Roberto Grimaldi che ha presentato il suo recente album “Partenze” da cui sono state selezionate due tracce, “Know” e “Non così”. A seguire, gli Estra con “Finchè posso”, Pinomarino con “Centrifuga e risciacquo” e Marco Parente con “La mia rivoluzione”. Mentre le note sfumavano ha occupato il microfono Salvatore Sblando di “Periferia Letteraria” che confrontandosi con Tedeschi ha presentato l’antologia “Dalla stessa parte, uomini contro la violenza sulle donne” (La Vita Felice, 2021) e letto quattro poesie tratte dal medesivo libro. Chiusura con un tris sonoro a base di Vittorio Bonetti con “Ma che notte è”, i Figli di Guttuso con “Come concili un ballo con la vita” e i Feel Good Production con “The Feel Good Vibe”. La buona notte è arrivata a ritmo di sitar alle 23,05.

Mercoledì 17 novembre 2021 dai microfoni di “Radio Reporter Torino” (dalle 21 alle 23 su 99.9 in Fm, online su www.radioreportertorino.it), speciale a cura di Toast Records condotto da Luigi Antinucci & Giulio Tedeschi: “Ultimo Tango a Reporter”, con il musicista Roberto Grimaldi che presenterà il suo album, “Partenze” di Rob Whitehead & Bluesfreaks e Roberto Guietti direttore artistico del Beinasco Blues Festival. Una serata all’insegna della musica indipendente italiana, come abitudine e tradizione di Toast Records.

.

Il Premio Macchina Da Scrivere 2021 per la sezione “romanzi” è stato assegnato da Toast Records a “Siamo noi a far ricca la terra” di Marco Rovelli (Minimum Fax, 2021) per “aver trasformato in romanzo la poesia di una vita”. Il “racconto” della vita di Claudio Lolli, utile in particolar modo per non rischiare di dimenticare l’intensa esistenza di uno degli autori più impegnati e sensibili della nostra canzone italiana contemporanea.

Franco Tozzi

Lunedì 25 ottobre, presso lo Studio Antinucci a Moncalieri (To), incontro tra la Toast Records, (nella persona di Giulio Tedeschi) e il veterano Franco Tozzi (accompagnato dal suo produttore artistico, Riccardo Lasero e dal paroliere torinese Ermanno Capelli). Durante l’appuntamento e’ stato presentato il progetto del nuovo album di Tozzi, dal titolo provvisorio di “Rinascita”. Il nuovo lavoro e’ stato anticipato dal singolo attualmente in circolazione intitolato “I pazzi siete voi”, ballata easy rock decisamente grintosa e impegnata. In fase di studio una possibilità di pubblicare il lavoro per Toast Records.

Domenica 24 ottobre si svolgerà nel prestigioso Teatro Fonderie Limone di Moncalieri (To) il “Piazza Solferino Live Concert”, presentazione ufficiale dell’album “Piazza Solferino” (Toast Records). In questa occasione Luigi Antinucci sarà alla testa di una super band di sei elementi. La serata sarà anticipata sabato 23 da un breve show-case presso il torinese “Centro Ricreativo Culturale Autogestito” dove il cantautore (esibendosi in duo con Gianluca Fuiano) sarà ospite speciale della data subalpina di Gerardo Balestrieri. Durante le due date saranno disponibili copie dell’album.

Maurizio Galia

aquael-anthology

Maurizio Galia è decisamente un artista multiforme: grafico, pittore, musicista sin da giovane e in età matura, saggista e ideatore e curatore del noto “Prog 50”, mastodontico volume enciclopedico sul rock progressivo (dalle origini ai nostri tempi), che vanta sia nell’edizione inglese che in quella in italiano dell’introduzione di Peter Gabriel.

Gli Aquael sono uno dei suoi progetti (nati nell’ormai lontano 1978) e Toast Records  manderà alle stampe , un lavoro riassuntivo su vinile, dal titolo lapidario di “Anthology”. La raccolta (in uscita entro fine 2021) coprirà il periodo 1997 / 2016. Nella seconda facciata sarà presente la versione originale di “Yokohama via satellite”, brano del 1997, estremamente anticipitatorio sia a livello testuale che musicale.La bella copertina è statat firmata dall’artista brasiliano Elton Fernandes, invece la grafica è dello stesso Galia.

Toast Records nasce a Torino nella primavera del 1985 sulle ceneri ancora calde di una precedente esperienza, la Meccano (1979/1985), con all’attivo nomi come Johnson Righeira e Raw Power. La missione di Toast sin dall’inizio è quella di produrre, distribuire e promozionare buona musica italiana e ricercare nuovi talenti. Una delle caratteristiche che differenziano la Toast Records dal restante panorama discografico è la volontà, da sempre, di non compromettersi con strutture multinazionali, rimanendo indipendente al cento per cento. Tra i progetti che hanno attraversato, sostato o sfiorato i corridoi della Toast Records troviamo Afterhours, Afterhours, Statuto, YoYo Mundi, Marlene Kuntz, Africa Unite, Fleurs du Mal, No Strange, Guignol, Banda Elastica Pellizza, Trenincorsa, Lef, Jambalaya. Una galleria interminabile di Artisti, fondamentali per capire gli impulsi elettrici, spesso molto sotterranei, che hanno messo in moto la scena italiana: Manuel Agnelli (Afterhours), Max Casacci (Subsonica), Stefano Ghittoni (Peter Sellers & The Hollywood Party), Fabrizio “Taver” Tavernelli (Emda), Oskar & Naska (Statuto), Paul Chain (Death SS), Marziano Fontana & Mixo (Difference), Gigi Restagno (Blind Alley), Giovanni Spada
(Disforia Psichica), Stefano Bruzzone (Altera), Tony Face & Dome la Muerte (Not Moving), Salvatore “Ursus” D’Urso (No Strange), Luca Vinciguerra (Steve Sperguenzie), Theo Theardo, Moreno Spirogi (Avvoltoi), Carl Lee, Marcello Capra. Personaggi come lo zappiano iper-realista Sandro Oliva; Luigi “Gigi” Gonzaga Guerrieri, ingegnere del suono del mitico Minirec Studio di Torino; Matteo Guarnaccia, saggista, pittore, grafico; il poeta beat Gianni Milano; il fotografo rock Massimo “Sette” Setteducati; il web master Marco “Kaid” Suppo; il musicista, scrittore, Mauro “Mao” Gurlino; il discografico perduto, Massimo Currò (Spittle Records);  il giornalista neo-sixties, Roberto Calabrò; l’autore, compositore, batterista, vocalist reggae Lulu. Due cantautori molto significtivi nel panorama attuale, Luigi Antinucci e Roberto (Rob) Spiga. Toast Records, oggi, continua il suo viaggio, diffondendo musica underground in tutti i modi leciti, creando eventi (uno di questi è il noto Wanted Primo Maggio). Fungendo da punto di riferimento per tutta una serie di attività no profit legate alla cultura alternativa, come “360 Gradi di Musica Indipendente” (appuntamento con la cultura alternativa), le collaborazioni con il M.E.I di Faenza e con Demo Rai (la nota trasmissione di Michael Pergolani & Renato Marengo) e stimolando la nascita e lo sviluppo di realtà creative ed imprenditoriali (per esempio la torinese Fenix Records, la Carovana dei Festival e il Miscela Rock Festival.

Gerardo Balestrieri

Presso il “Centro Ricreativo Culturale Autogestito” di Via Pergolesi 118 a Torino (zona Barriera di Milano) il 23 ottobre. tappa del tour nazionale di Gerardo Balestrieri. Ospite speciale, Luigi Antinucci, che supportato da Gianluca Fuiano presenterà alcuni brani tratti dall’album “Piazza Solferino” (Toast Records, 2020).

Gerardo Balestrieri, nato in Germania, attualmente vive a Venezia. Cantautore apolide, polistrumentista e interprete. Ha pubblicato 8 dischi. Suoi album son risultati secondo disco dell’ anno ai Premi Tenco 2007 – 2009 e 2013 .

Luigi Antinucci, vive e lavora a Torino. Cantautore-chitarrista, autore e produttore di colonne sonore, spot e jingles e conduttore radiofonico. Titolare dello Studio Antinucci – Musica e Produzioni Sonore. Fondatore e vicepresidente Associazione Culturale Magica Torino. Molti album al suo attivo, l’ultimo dei quali è “Piazza Solferino” (Toast Records, 2020).

La Compagnia d’Encelado Superbo si ripresenta in questi giorni in veste lussuosa con “La sposa e i viandanti”, un CD con 20 brani allegato a un prezioso libro edito da Duetredue Edizioni, introdotto da Michael Pergolani, contenente testi e poesie di Giuseppe Cardello, bellissime foto-immagini di Angelo Grimaldi e gli spartiti di tutto l’album. Autore della parte musicale, come di consueto, Salvo Amore, chitarrista del gruppo. Un progetto mirabile che coglie molte delle sfaccettature che compongono il messaggio della Compagnia. Lavoro imperdibile.